Attendere prego...

News


Ricerca congiunta dell'Università Vanvitelli con l'Ateneo fiorentino

Allenare la mente prima di andare a letto migliora la qualità del sonno

 News pubblicata il 28/02/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA
“Fino a poco tempo fa c’era l’idea che le persone insonni non dovessero fare cose attivanti la sera, prima di andare a dormire. Niente giochi, né schermi luminosi interattivi. Dalla ricerca effettuata viene fuori che questa credenza popolare non è affatto vera. Le persone con sonno disturbato, se allenano la mente poco prima di andare a letto, hanno un miglioramento della qualità del sonno. L’allenamento cognitivo aiuta a mantenere il sonno rendendolo più regolare”, il prof. Gianluca Ficca, Direttore Laboratorio del Sonno Dipartimento di Psicologia dell’Università Vanvitelli, spiega i risultati ottenuti da uno studio svolto in collaborazione con il Dipartimento NEUROFARBA (Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino) di Firenze. Insonni senza speranza, a dispetto di quanto dicevano le mamme, cimentarsi in giochi come Ruzzle prima di andare a dormire aiuta e migliora la qualità del nostro sonno. “L’esperimento è avvenuto in Laboratorio e ha interessato...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 23 febbraio (n. 3/2018)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!