Attendere prego...

Cerca nell'archivio storico

Archivio storico


Psicologia orienta ai Corsi Specialistici

Dal prossimo anno c'è la possibilità di conseguire la laurea a doppio titolo con l'Ateneo francese Lille 3

 News pubblicata il 22/04/2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Una scelta che può influenzare il percorso lavorativo futuro è quella che si apprestano a fare gli studenti del terzo anno della Triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche e i già laureati. Tutti presenti nella mattinata di orientamento organizzata il 13 aprile nella sede di viale Ellittico a Caserta in compagnia del Direttore di Dipartimento di Psicologia, il prof. Dario Grossi, che ha tenuto, tra l’altro, una interessante lezione di Neuropsicologia su apatia e depressione, una sorta di assaggio di quello che proporrà in minima parte il Corso Magistrale in Psicologia dei processi cognitivi. Diviso in due percorsi formativi, Psicologia Cognitiva e Neuroscienze cognitive, sarà dal prossimo anno accademico a doppio titolo. Verso l’internazionalizzazione dunque, punto molto ribattuto durante la Primavera della Sun, che invita gli studenti ad ampliare gli orizzonti, le prospettive future e ad essere cittadini europei. “Il percorso internazionale è opzionale – ha spiegato la prof.ssa Santa Iachini – nel senso che all’inizio del secondo anno della Specialistica lo studente può scegliere di proseguire il Corso in lingua inglese e candidarsi tra i partecipanti al gemellaggio con l’Ateneo francese Lille 3 - Université des Sciences Humaines et Sociales”. Questa la grande novità per i futuri psicologi: è molto vicina e concreta la possibilità di conseguire una ‘double degree’ da spendere in tutta la comunità europea e che arricchisce il curriculum vitae del giovane professionista in cerca di lavoro. “È chiaro che per il mercato del lavoro attuale più che il titolo di studi è importante il curriculum e nella pratica cosa si sa fare”, sottolinea la docente di Psicologia Generale e responsabile del Laboratorio di Scienze Cognitive e Realtà Virtuale Immersiva, impegnata nella presentazione della Magistrale a Doppio Titolo. Molto incuriositi ed interessati i ragazzi che sono intervenuti con domande riguardo alle modalità di partecipazione all’accordo tra Sun e Lille 3 finanziato dai fondi Erasmus. Uno scambio che coinvolge non solo gli studenti, che andranno a Villeneuve-d’Ascq per la tesi di laurea e per frequentare stage e tirocini in un percorso congiunto tra le due Università europee, ma anche docenti e personale tecnico – amministrativo. “I ragazzi che avranno la fortuna di essere selezionati potranno trarre beneficio da una didattica congeniata in modo innovativo – ha aggiunto la Iachini – svolta in base ai risultati delle ultime ricerche e scoperte nel settore delle neuroscienze, ai nuovi metodi e alle nuove tecnologie nei laboratori di realtà virtuali”. Attenzione però, solo chi sarà selezionato per la Lille 3 conseguirà la doppia laurea, mentre chi resta in Italia può comunque optare per il curriculum in inglese senza conseguire il Doppio Titolo, ma avrà lo stesso il vantaggio di una certa spendibilità della laurea conseguita anche all’estero. “Mi piace un’università che sta al passo coi tempi – ci dice Giuliana – e che magari li anticipa pure. Non mi dispiacerebbe cogliere al volo questa opportunità che la Sun ci offre”. C’è invece chi ha in mente di andare fuori nonostante si sia trovato bene a Caserta, di continuare l’Università a Milano dove c’è la Specialistica che suscita interesse. È il caso di Orlando: “prima di decidere ho voluto dare un’occhiata all’offerta formativa della Sun. A me interessa il settore dello Sviluppo e qui non c’è altro che mi coinvolga allo stesso modo”. Psicologia Applicata ai contesti istituzionali è un percorso che, seppure sia rimasto tradizionale, gode dell’apprezzamento di molti studenti, come Maria che per avere una continuità negli insegnamenti ha deciso di restare. “La mia scelta oscilla tra Contesti e Psicologia Clinica perché i miei interessi riguardano maggiormente questi aspetti della disciplina. Forse perché la differenza la fanno i docenti: c’è chi ti trasmette passione e conoscenza allo stesso modo e chi ci riesce meno”. Contesti, come lo chiamano gli studenti, è l’ultimo Corso attivato e ha lo svantaggio di non essere di immediata comprensione, proprio perché non è legato a una specifica disciplina ma si riferisce appunto a più contesti. Ecco che lo psicologo necessita di molteplici competenze e, in base al campo d’azione contestuale, sa di quali ha bisogno per intervenire in maniera efficace. Il terzo Corso Magistrale in Psicologia Clinica è stato presentato il giorno dopo dal suo Presidente, Paolo Cotrufo: un percorso finalizzato ad offrire una formazione che consente al laureato di esercitare, in autonomia, interventi sulla persona attraverso attività di diagnosi e consulenza psicologica, e altri tesi ad alleviare la sofferenza psichica. Tutti i laureati hanno le stesse possibilità lavorative – ribadisce la Iachini al termine dell’orientamento – cambiano però gli strumenti di analisi e di intervento. Per tutti ci sarà il tirocinio post–laurea, l’esame per l’iscrizione all’Albo e l’abilitazione al percorso clinico e la possibilità di un lavoro che è sempre più interdisciplinare. Nel primo pomeriggio, poi, gli studenti hanno visitato i laboratori di ricerca, se ne contano 18 in tutto tra le due sedi, da Neuropsicologia a Psicofisiologia del sonno e del pensiero, dall’Osservatorio sui disturbi alimentari alle Scienze Cognitive e realtà virtuale immersiva.
Claudia Monaco


Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!