Attendere prego...

Cerca nell'archivio storico

Archivio storico


Stile da college americano per l'Università di Salerno

 News pubblicata il 16/09/2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Nella sua struttura, che ha le caratteristiche di un vero e proprio campus, tra le poche in Italia, l’Università di Salerno, guidata dal Rettore Raimondo Pasquino, accoglie circa 40mila studenti, iscritti alle dieci Facoltà (Economia, Farmacia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere e Filosofia, Lingue e Letterature straniere, Scienze della Formazione, Scienze e Scienze Politiche) con sede a Fisciano, in via Ponte Don Melillo, fatta eccezione per Medicina la cui sede è a Baronissi. Un’offerta formativa variegata, che si arricchisce con i percorsi post-lauream (dai Master alle Scuole di Specializzazione ai Dottorati di ricerca), fulcro di una vita universitaria in perfetto stile da college americano. Una vera cittadella universitaria con una mensa di circa 1.400 posti (oltre a pizzerie, punti di ristoro e chioschi per gelati). Più di 280 le unità abitative, 210 posti letto in stanza singola, 11 per utenti con disabilità fisica o sensoriale; una biblioteca centrale che mette a disposizione seicento postazioni; diverse strutture per praticare sport: due campi di calcetto, due da tennis, uno da basket, una piscina e una palestra polifunzionale. Senza dimenticare l’asilo nido aziendale, a cui possono accedere i figli del personale dell’Ateneo.
Moltissime le iniziative di carattere culturale e artistico, organizzate ogni anno, che coinvolgono studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo, e creano un grande spirito di appartenenza e socializzazione: ultima in ordine di tempo, il torneo di tressette, in memoria del prof. Geppino Imbucci, docente di Teoria dei giochi, scomparso nel 2005. “Hanno partecipato ventotto squadre composte da studenti di tutte le Facoltà e alcuni docenti – dice Antonio Montella, laureando in Ingegneria chimica e organizzatore della competizione – E’ stata l’occasione per stimolare l’integrazione tra gli studenti delle varie Facoltà e dare vita al campus fino tarda sera”. Ogni anno, solitamente, si organizzano due feste alle quali partecipano, in media, 6mila studenti e concerti (quest’anno si sono esibiti i Motel Connection, Giuliano Palma e i Velvet), oltre, poi, a Unimelody, la selezione dei gruppi musicali emergenti.  All’interno del campus c’è anche un teatro universitario e corsi di recitazione. Diverse le iniziative di cooperazione internazionale: a titolo d’esempio, ‘Disegni di viaggio’, il progetto cofinanziato dal Miur, grazie al quale quaranta studenti dell’Universidad Nacional de Córdoba sono stati ospiti della Facoltà di Ingegneria, dal 15 luglio al 2 agosto, e hanno partecipato a un laboratorio a cielo aperto, disegnando dal vero le bellezze archeologiche, architettoniche e paesaggistiche dell’Italia meridionale.
Tra i primi eventi in programma a settembre, dopo i test d’ingresso per le Facoltà a numero chiuso e i quiz di autovalutazione non selettivi, la notte bianca dei ricercatori, il 23 settembre, quando, a partire dalle ore 17, il centro storico della città ospiterà esperimenti interattivi, talk scientifici, quiz culturali, esposizioni artistiche e performance musicali live.
I servizi sull’Università di Salerno 
sono di Maddalena Esposito


Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!