Attendere prego...

News Attualità


Sport e Università

Il Calcio Napoli premia i docenti universitari della Consulta medica

 News pubblicata il 20/06/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
La prova costume di Higuain. Le tonsille di Hamsik e le vertigini di Di Canio. La specializzazione di un giovanissimo Alfonso De Nicola, oggi medico sportivo del Calcio Napoli. Una consulta medica, formata da tanti specialisti delle Università Federico II e Vanvitelli, è la fonte alla quale attinge periodicamente lo staff medico della squadra partenopea per rispondere alle esigenze dei propri atleti. A tutti i medici che la compongono, lo scorso 31 maggio, gli azzurri hanno consegnato targhe di ringraziamento per il campionato appena concluso. Tanti i professionisti premiati. È alla sua sesta targa il prof. Marcellino Monda, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Medicina, sede di Caserta, dell’Università Vanvitelli e direttore dell’UOC di Dietetica, Medicina dello Sport e Benessere Psico-Fisico dell’Azienda Ospedaliera: “la targa ha un valore affettivo, perché sono legato al Calcio Napoli e allo staff medico, e professionale, perché l’Università mette a disposizione le proprie competenze per realizzare qualcosa di importante”. Il caso clinico che strappa il sorriso: “quando si diceva che Higuain non segnava perché in sovrappeso. Dopo tre giorni tornò a fare gol e le voci sui chili di troppo svanirono, ma in realtà quei chili non c’erano mai stati”. Calciatore o no, “l’attenzione è la stessa rivolta a qualsiasi altra persona. Il medico guarda alla persona, indipendentemente dal livello sociale ed economico”. Tra i premiati della Vanvitelli, il prof. Luigi D’Angelo, Specialista in Otorinolaringoiatria e Audiologia e consulente della Società fin dai tempi di Maradona. Decine gli interventi chirurgici, dal naso di Alain Boghossian alle tonsille di Marek Hamsik. Per lui la targa “testimonia il legame profondo con il Calcio Napoli ed è un riconoscimento importante da parte del medico sociale De Nicola che con gli specialisti della Consulta medica stabilisce un rapporto improntato al rispetto delle reciproche competenze, fondamentale per ottenere risultati eccellenti nella prevenzione e nel tempestivo recupero degli atleti”. Nell’album dei ricordi: “non dimenticherò mai di aver guarito dalle vertigini...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 15 giugno (n. 10/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!