Attendere prego...

News Attualità


La S.u.n. si informatizza

 News pubblicata il 18/01/2008
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Partito il progetto di informatizzazione della Sun. Si articola in due fasi: la realizzazione di infrastrutture di rete hardware, quasi completata, e di tutta la parte telefonica e di rete per il collegamento tra le varie strutture. Il Centro Servizi Informatici dell’Ateneo, nato nell’ottobre 2006, ha sede presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione. “Siamo passati già dall’adsl alla rete Fastweb per il collegamento tra le strutture –spiega il prof. Giuseppe De Maria, direttore del Centro Servizi Informatici e docente di Controlli Automatici alla Facoltà di Ingegneria – a S. Andrea delle Dame c’è il collettore da cui partono tutte le linee che sono poi convogliate presso il nodo informatico di Monte Sant’Angelo. Con la realizzazione, a breve, delle infrastrutture di rete, saranno collegate le varie sedi, ovviamente dove risulterà possibile…”. In effetti, il grosso problema dell’Ateneo è la dislocazione sul territorio. “Non esistono fibre di collegamento dappertutto, per esempio non ce ne sono tra Capua e S. Maria Capua Vetere – dice De Maria - Le Facoltà della Sun sono disseminate sul territorio e ciò causa problemi, perché, almeno per adesso, i servizi offerti da Telecom non sono presenti ovunque. E’ già stato predisposto un potenziamento di rete a Caserta per poter accedere ai servizi informatici dal Polo Scientifico di via Vivaldi, ma in alcune zone mancano persino le coppie in rame… proprio per questa assenza di reti Fastweb ha avuto grandi difficoltà”. Dunque, l’impegno futuro sarà rivolto all’attivazione di collegamenti e al potenziamento della rete telefonica. “A breve, tutte le pubbliche istituzioni, secondo quanto vuole il programma di rete pubblica di connettività, dovranno essere collegate in rete e utilizzare la tecnologia Voice over IP (VoIP) - un sistema che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione internet, piuttosto che passare attraverso la rete telefonica tradizionale – e questo sarà uno degli obblighi di cui l’Università dovrà farsi carico”. Un gran lavoro che comprende anche l’informatizzazione dei servizi, con il portale d’Ateneo, le immatricolazioni on-line (possibili forse da settembre prossimo), i servizi più vari della didattica, il sito docenti e le prenotazioni degli esami.



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!