Attendere prego...

News Attualità


Primo Consiglio di Facoltà presieduto dal prof. Pettorino

Nasce, per fusione, un nuovo Corso di Laurea: Scienze Naturali e Ambientali

 News pubblicata il 18/01/2008
© RIPRODUZIONE RISERVATA
A Scienze, primo Consiglio di Facoltà, il 12 dicembre, guidato dal nuovo Preside Roberto Pettorino. Le novità non sono mancate. Il primo a prendere la parola è il prof. Giancarlo Gialanella, che nel ruolo di ‘decano di terza ruota’, fa gli auguri al Preside. “Da tempo immemorabile, non avevamo un fisico in questo ruolo. Speriamo non faccia rimpiangere il vecchio” dice scherzando. 
Pettorino apre la riunione annunciando che Scienze sarà la prima Facoltà a disporre della firma digitale e della posta certificata, per le comunicazioni interne e i verbali. Novità anche dal programma Erasmus: gli studenti potranno svolgere tirocini all’estero. “Dobbiamo incoraggiare le convenzioni. Vorrei sollecitare tutti coloro che hanno rapporti con società o enti di ricerca stranieri” dice il Preside. Responsabile di questo programma, la prof.ssa Laura Fucci. Buone notizie anche per gli studenti di Scienze Biologiche: il Ministero ha devoluto un finanziamento di 200mila euro, destinati alla didattica, con i quali verranno ammodernati i laboratori. 
Intanto, a partire da questa seduta del CdiF viene introdotta una nuova tradizione: la lettura sintetica in aula di notizie di rilevanza generale. La valanga di provvedimenti applicativi, collegati al decreto 270, è l’argomento di maggiore attualità che, inevitabilmente, merita le luci della ribalta. Ne da lettura ai colleghi il prof. Marco D’Ischia. I decreti fissano dei requisiti minimi, indispensabili per l’attivazione di un Corso, in termini di iscritti, docenti di ruolo e qualità dei servizi. Il Consiglio dedica una delibera ai Corsi di Laurea appartenenti alle classi cosiddette affini. La riforma introduce l’istituzione di classi di studio per omogeneizzare e semplificare l’offerta e unificare i Corsi di laurea. Per le lauree triennali, però, vengono comunque introdotte delle specie di sottoclassi, che racchiudono corsi di laurea che si discostano solo di alcuni crediti. È il caso di Biologia Generale e Applicata e Scienze Biologiche. Il terzo corso biologico, Biologia delle Produzioni Marine, pur appartenendo alla stessa classe di laurea delle altre due, non è incluso nella stessa classe affine. “Si diceva di voler compattare al massimo i percorsi, ma diventa difficile distinguere, nella stessa classe, tre diverse biologie. La legge sostiene delle cose, noi ne abbiamo approvate altre, interpretando il dettato a nostro uso. Si diceva che la formazione del triennio non dovesse essere troppo professionalizzante. Non solo ci sono tre corsi di Biologia, ma due di questi avranno persino più curricula. Questo è bizantinismo più totale”, afferma al proposito il prof. Ugo Lepore. Il prof. Gialanella espone un suo dubbio: “nella 270 si dice che il 50% dei crediti superati da uno studente, deve essere riconosciuto nel passaggio ad una laurea della stessa classe. È vero? A mio avviso devono corrispondere a conoscenze identiche, che i corsi siano affini o meno”. Risponde Alberto Di Donato, l’ex-preside: “riconoscere i crediti, non significa che ci sia corrispondenza tra i corsi. Si riconosce il lavoro svolto e si chiede di colmare eventuali crediti mancanti. Negli ordinamenti si devono organizzare progetti culturali”. Affronta anche l’argomento relativo ai corsi biologici: “Biologia Generale e Applicata e Scienze Biologiche, sono affini, ma hanno due vocazioni diverse. Uno più molecolare ed uno più attento a fenomeni fisiopatologici e ambientali. La 270 non ha abolito corsi professionalizzanti, ci ha chiesto di non mischiare le cose, per non dare false informazioni. Biologia delle Produzioni Marine nasce con un progetto culturale diverso”. Afferiscono alle stesse classi di affinità anche Chimica e Chimica Industriale, mentre Fisica e il Corso di nuova istituzione, in Ottica e Optometria, che sarà solo triennale, apparterranno a classi di affinità diverse. L’argomento principale della seduta è, però, la proposta di delibera per la costituzione del nuovo Corso di Laurea in Scienze Naturali e Ambientali, che fonde i due corsi di Scienze Ambientali e Scienze della Natura, in un percorso unico, con due distinti indirizzi. “I laureati che formeremo, visti i problemi del nostro territorio, saranno persone preparate sia sul piano ambientale, che su quello naturalistico” spiega  Pettorino, che ha seguito di persona tutta la discussione interna. “La riflessione è nata già negli anni scorsi. Entrambi i Corsi sono ben al di sopra dei requisiti minimi richiesti dal Ministero, ma non basta. Noi non abbiamo attivato la magistrale perchè non si è mai laureato un numero sufficiente di studenti, per fondarne una. Ora speriamo in una magistrale interclasse” afferma il prof. Guido Barone, Presidente di Scienze Ambientali. Molto soddisfatto anche il suo omologo, il prof. Vincenzo La Valva. “Da un certo punto di vista, siamo contenti di questa fusione. Abbiamo sempre avuto un po’ di resistenza, ma credo cadrà con il lavoro. È un momento epocale, il bacino di utenza è lo stesso, ma ora potremo fare dei discorsi integrati, con i piedi nella tradizione e la testa nella tecnologia”. “Non mi convince la modalità di realizzazione e messa in opera di questa fusione. La fusione non nasce da una spontanea tendenza dei due percorsi ad evolvere verso una stessa direzione e ad un mese e mezzo dalla deliberazione, abbiamo un’altra soluzione” interviene ancora Lepore, che strappa un po’ di applausi, dichiarandosi, per una volta, ‘in parte favorevole’ all’iniziativa. “Questo è solo l’inizio del lavoro, in futuro potrà nascere qualcosa di più concreto. Ragazzi motivati ce ne sono, ma sono stati allontanati da scelte poco felici, attuate anche nel contesto universitario” replica la prof.ssa Lucia Simone, da tempo sostenitrice di questa soluzione.
 La seduta termina con l’approvazione di una Commissione regolamenti, presieduta dal prof. Di Donato e le proposta di conferimento del titolo di Professore Emerito a Lorenzo Mangoni.
Simona Pasquale



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!