Attendere prego...

News Federico II


"Frontiere in Biotecnologie" due professori dagli USA

Parleranno di ricerca sul cancro. Spazio anche alle aziende. Biotech: dopo Peptipharma tocca a Nouscom

 News pubblicata il 10/03/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
È a stelle e strisce la nuova edizione di “Frontiere in Biotecnologie”. Il ciclo di seminari di approfondimento rivolto agli aspiranti biotecnologi di area medica vedrà accomodarsi al tavolo dei relatori George Calin e Giorgio Inghirami, i due visiting professor che frequenteranno le aule di via De Amicis per una settimana. Merito della convenzione fra l’Università Federico II, la Compagnia di San Paolo e l’Istituto Banco di Napoli – Fondazione che ha reso possibile l’assegnazione di contributi per la mobilità di studenti e docenti. Lo sottolinea la prof.ssa Gerolama Condorelli, che ha lavorato all’organizzazione dei seminari: “come Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche abbiamo partecipato al bando emanato dal COINOR (Centro di Servizio di Ateneo per il Coordinamento di Progetti Speciali e l’Innovazione Organizzativa). Ci ha consentito di assegnare una borsa di studio a due studenti stranieri - provenienti da India e Marocco - che si sono iscritti al primo anno del Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche, e di ospitare per una settimana i due visiting professor che, oltre al seminario, terranno lezione in aula”. Prima data da ricordare è il 14 marzo, quando, a partire dalle ore 13, nell’aula A.T.8 il prof. Calin, docente della University of Texas MD Anderson Cancer Center di Houston, “farà lezione sul ruolo degli RNA non codificanti nei tumori” nel corso...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 10 marzo (n.4/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!