Attendere prego...

News Federico II


Tante iniziative al Corso professionalizzante in Hospitality Management

A breve per gli allievi partiranno gli stage

 News pubblicata il 17/05/2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sono attivi sul campo, più che mai, gli studenti di Hospitality Management. “Al secondo anno sta per concludersi il percorso Soft Skills che li prepara allo stage – informa la prof.ssa Valentina Della Corte, Coordinatrice del Corso professionalizzante targato Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni – La formazione on the job, poi, partirà dal 1° giugno e anzi, con alcune aziende, anche prima”. Nell’ambito delle attività Soft Skills, “la classe ha da poco incontrato degli esperti del Convention Bureau di Napoli, trascorrendo con loro un’intera giornata dedicata all’organizzazione degli eventi. Toccherà, poi, agli studenti organizzare due incontri istituzionali in cui presentare i risultati dei progetti svolti con Campania NewSteel e con il responsabile italiano di Trip Advisor”. Il 17 maggio sarà, invece, una giornata dedicata alla cultura: “Visiteremo tutti i musei federiciani con l’obiettivo di riflettere sull’importanza della valorizzazione del nostro territorio e intensificare il senso di appartenenza all’Ateneo”. Sono in programma ancora, “il 20 maggio, una visita alla scuola Dolce & Salato con Peppe Daddio e, il 26, un incontro conclusivo sull’interculturalità e il diversity management. Ho in mente una lezione all’aria aperta, come ne ho fatte già in passato: chiederò ai ragazzi di riflettere su cosa si aspettano nel post-pandemia e di portare un lab gift, un pensierino affettuoso di piccola entità da condividere con gli altri”. Ma gli studenti fremono, soprattutto, per cominciare gli stage: “Abbiamo avuto una grande risposta da parte delle aziende, tra le 30 e le 35 che sono disponibili ad accoglierli. Non solo quelle che fanno già parte del nostro Comitato di Indirizzo; ci sono tanti altri nomi importanti che stanno chiedendo di aggregarsi al partenariato”. Dalla Campania alla Sardegna, alla Sicilia, “i ragazzi andranno un po’ dovunque. Una studentessa, addirittura, potrebbe partire per Parigi, dipenderà dalle restrizioni imposte dalla Francia a causa della pandemia, e, in caso non fosse possibile, andrà a Lipari”. Gli stage si svolgeranno durante l’estate: “Tra gli studenti noto tanta buona volontà dal momento che dovranno rinunciare alle loro vacanze. Ma anche le aziende stanno mostrando tanta positività e voglia di ripartire, sfruttando il momento di stallo per fare nuovi progetti”. Restando in tema di nuovi progetti, la docente sottolinea la stipula di Safe Hospitality, promosso da Federalberghi Capri e che vede la realizzazione della start-up innovativa Beside, “con cui il nostro Corso ha stipulato una convenzione. Il progetto consiste nel garantire al turista la massima sicurezza durante tutta la filiera della vacanza. Noi docenti di HM ci occuperemo della formazione dei dipendenti delle aziende in progetto, tra cui alcune sono quelle che ospitano i ragazzi per lo stage”. Hospitality Management, dunque, è in ottima forma: “Questo è un bel messaggio da lanciare. Quest’anno accademico è cresciuto anche il numero di studenti da altre regioni e altri paesi. Aggiungo che, al momento, sono in corso incontri di preparazione per il colloquio motivazionale che si terrà nella prima decade di settembre”. 
 
Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!