Attendere prego...

News Federico II


110 e lode e dignità di pubblicazione per la tesi di Francesco Scarpati

Alberi artificiali a Porta Capuana e alla Duchesca per migliorare il microclima

 News pubblicata il 24/02/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I climatologi per definire le condizioni delle metropoli ricorrono spesso alla definizione: “isole di calore”. Luoghi - significa - nei quali il calore che l’asfalto restituisce all’atmosfera, lo smog e la scarsità di verde determinano temperature mediamente più elevate rispetto a quelle che si registrano altrove nel medesimo periodo. Napoli non fa eccezione. Una delle sfide da vincere, per migliorare la vivibilità urbana, è appunto modificare l’impatto negativo determinato da scarsità di ombra ed asfalto. Piantumare alberi, come noto, è la via maestra. La più economica e la più salutare. Ce ne sono, però, anche altre. Tutte chiamano in causa, tra gli altri, i progettisti ambientali. Francesco Scarpati, 25 anni, napoletano, ha dedicato la tesi discussa qualche tempo fa ad Architettura proprio ad una ipotesi di miglioramento microclimatico degli spazi aperti a Porta Capuana ed alla Duchesca, due aree molto congestionate in prossimità della Stazione centrale di Napoli. Il suo lavoro, che è stato seguito in qualità di relatore dal prof. Mario Losasso, il Direttore del Dipartimento, e, in veste di correlatore, dalla prof.ssa Valeria D’Ambrosio, è stato premiato con 110 e lode e dignità di pubblicazione.
Premette il neoarchitetto: “L’esigenza di migliorare gli spazi aperti urbani sarà sempre più avvertita nei prossimi anni perché il cambiamento climatico può rendere le città invivibili. Eppure si possono migliorare con operazioni semplici e poco costose, per esempio la sostituzione delle pavimentazioni e le piantumazioni”. Prosegue: “Ho scelto di lavorare sulla Duchesca e su Porta Capuana perché mi affascinava il ruolo di area cerniera. È un confine tra la città storica e Napoli est. Il mio progetto si basa sull’approfondimento dei...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 24 febbraio (n.3/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!