Attendere prego...

News Federico II


Confederazione stravince alle elezioni studentesche della Federico II

Bottino pieno in CdA e Senato Accademico, 40 su 45 gli eletti della lista nel parlamentino d'Ateneo

 News pubblicata il 01/06/2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Confederazione degli Studenti si conferma come prima lista nella consultazione del 18 e 19 maggio per le rappresentanze studentesche negli organi collegiali della Federico II. I dati, ancora non ufficiali, vedono infatti i confederati ottenere oltre 9.000 preferenze. Secondo schieramento risulta  Link, con circa 1.500 voti, e terza lista quella dell’Udu.
Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione (CdA) sono appannaggio di Confederazione. Eletti in CdA Giuseppe De Falco, con 6.500 voti, e Luca Granata. Coprono i cinque seggi in Senato: Danila Pagliuca, Ciro Salzano, Emanuele D’Anza, Francesco Cannone e Costantino Diana. Parla di “risultato storico” De Falco. “Gli studenti hanno scelto chi ha dato prova di aver fatto un buon lavoro ed è sempre presente - afferma - Adesso si dovrà andare nel vivo delle attività”. Tasse e strutture: i  cavalli di battaglia. “L’attuale sistema di tassazione è iniquo e noi stiamo già stendendo un progetto da presentare in CdA per una rimodulazione del metodo di contribuzione. Naturalmente si tratta di un lavoro che stiamo portando avanti con tutto il gruppo”, dice De Falco. Sulle strutture: “ciò che è successo a Veterinaria è sotto gli occhi di tutti, ed è quindi necessaria una completa ricognizione di tutti gli edifici di Ateneo per capirne lo stato e quali sono gli eventuali interventi da eseguire per la messa in sicurezza”.
“Il mio piccolo record personale - commenta invece Salzano, di area medica - è di essere il senatore della Federico II che ha ricevuto il più alto numero di voti di sempre con 2.500 preferenze. In Senato, non so se per fortuna o purtroppo, Confederazione coprirà tutti i seggi: questo, se da un lato ci permetterà un lavoro più snello, dall’altro fa mancare la giusta dialettica tra i vari gruppi. Noi siamo comunque già pronti per iniziare a metterci all’opera sulle questioni più urgenti”. Per ciò che riguarda l’area Medica: “andremo ad intervenire per definire meglio la figura dello specializzando. È stato già scritto un regolamento che ne definisce le funzioni e che è stato approvato al Consiglio di Scuola. Adesso attendiamo che arrivi in Senato”. Altra questione, “già portata avanti dal mio predecessore Valerio Salamida, è quella relativa alla necessità per i ragazzi di Scienze Infermieristiche di prevedere una maggiore formazione esterna”. Nell’agenda di lavoro di Aruta, senatore dell’area Politecnica, “c’è da proseguire il lavoro sulla tassazione tutelando quindi il diritto allo studio. Inoltre, c’è da ultimare...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 9/2016)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!