Attendere prego...

News Federico II


La voce dai Dipartimenti

Dalle anime social non scalfite dall'emergenza alle maniche rimboccate per la prova telecamera

A Lettere il Coronavirus si affronta a colpi di Lucrezio. A Scienze Sociali il problema si vive come opportunità. Corsi scientifici: buone le prime a Farmacia e Veterinaria. Economia inaugura le lauree da casa

 News pubblicata il 20/03/2020
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Professione teledidattica. Cambia la forma, inevitabile. L’obiettivo in queste settimane ‘particolari’ è di non alterare di troppo la sostanza. Un aspetto che sembra non preoccupare Scienze Sociali. D’altronde, un Dipartimento che propone nella sua offerta formativa un Corso di Laurea come Culture digitali e della comunicazione, giusto per citarne uno, potrebbe mai avere paura di un computer o di un Wi-Fi? “Questa esperienza innovativa sarà un’occasione di crescita per tutti”. Lo ha detto chiaro e tondo il Direttore Stefano Consiglio nel messaggio rivolto a tutti i membri del Dipartimento. Significativa la chiosa che invita tutti ad aggiornarsi seguendo la pagina Facebook del Dipartimento. Ed è proprio lì, sul social di Zuckerberg, che ha dato appuntamento ai suoi studenti la prof.ssa Enrica Amaturo, docente di Metodologia della ricerca sociale, per discutere di ‘Società: metodi di ricerca’: “molti docenti avevano già dei MOOC su Federica. Il Dipartimento era preparato all’idea di una didattica on-line”. Studio individuale sui contenuti caricati sulla piattaforma di Ateneo e appuntamento su Facebook per la diretta: “mi collego una volta a settimana. Introduco la conversazione e do ai ragazzi la possibilità di interagire”. Per gli assenti: “salvo il video della diretta, in modo che tutti gli iscritti al gruppo possano vederlo in un secondo momento”. Sembra più impervia la strada verso gli esami: “c’è il problema dell’identità del candidato e di cosa accade fuori dallo schermo. In passato abbiamo tenuto qualche esame in teledidattica per i detenuti, ma il discorso è diverso perché in quel caso c’era lì qualcuno ad assistere all’esame. Stiamo studiando delle formule. Vedremo”. Microsoft Teams è la risposta all’emergenza del Dipartimento di Studi Umanistici. “Mi sembra un sistema molto chiaro”, ha affermato la prof.ssa Marisa Squillante, docente di Lingua e letteratura latina, che al momento dell’intervista ancora non ha esordito nella docenza a distanza, ma ha già predisposto la piattaforma alle proprie esigenze. La situazione impone un cambio di programma. Così, ai contenuti già previsti per i suoi insegnamenti, si aggiungerà la lettura della peste di Atene raccontata da Lucrezio: “il testo antico deve servire a capire le emozioni che si provano davanti a una pandemia. Con i debiti raffronti, vedremo situazioni simili a oggi. Lo studio ci dà la possibilità di astrarci e di reagire, per non abbandonarci a noi stessi”. Certo, senza gli studenti dal vivo è tutto più difficile: “ci manca la vita”. Chi dal Dipartimento ha già esordito davanti allo schermo è il professore di Letteratura italiana contemporanea Antonio Saccone che, dopo una prima debacle su Facebook, lezione non andata a buon fine per problemi tecnici, si è successivamente riscattato con Teams: “si sono connessi centodiciotto studenti. Loro vedevano me, ma io non vedevo loro. Mi hanno detto ‘meglio così perché siamo in pigiama!’. Scherzi a parte, è andata benissimo, per quanto la lezione in presenza resti un’altra cosa e dia luogo a una interlocuzione più rapida e spontanea, ma l’uomo è un animale che si abitua al cambiamento”. Gli esami “mi sembrano più complicati. Vorrei spostare l’appello del 6 aprile al 17. Magari con più tempo a disposizione l’emergenza sarà rientrata”. Sul versante scientifico, ha scelto la piattaforma Teams anche il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali. Il 16 marzo, al Corso di Laurea in Tecnologia delle produzioni animali, l’esordio del corso a distanza di Fisiologia, al primo anno, tenuto dai professori Vincenzo Mastellone e Pietro Lombardi. Entrambi i docenti erano connessi durante la lezione introduttiva: “siamo riusciti a interagire bene con gli studenti che hanno attivato videocamera e microfono solo in caso di domande per non appesantire la piattaforma”, ha raccontato il prof. Mastellone che ha proseguito: “hanno partecipato circa settanta studenti. Ho condiviso il desktop per mostrare il Power Point. Forse solo con i video c’è stato qualche problema perché sono pesanti, ma per il resto bene”. Bilancio dell’esordio in teledidattica: “in aula sono abituato a passeggiare durante la lezione, guardare lo schermo è stato un po’ strano, però è andata”. Sospese le esercitazioni pratiche: “sono una parte fondamentale dei miei corsi. Spero di riprenderle più avanti. Nel frattempo, per quanto posso, cerco di far vedere qualcosa dal video”. Dallo schermo dovrebbero arrivare anche le corone d’alloro. Per gli studenti è difficile tenere a bada l’ansia nel preparare un momento importante come la laurea in una situazione d’emergenza: “ieri fino alle 2 di notte mi sono arrivati WhatsApp di laureandi che, giustamente preoccupati, chiedono informazioni sul da farsi”. Ha iniziato il 9 marzo la didattica a distanza il Dipartimento di Farmacia. Taglio del nastro affidato alla prof.ssa Luciana Marinelli che si è connessa con gli studenti del secondo anno di Scienze Nutraceutiche per l’insegnamento di Chimica Nutraceutica applicata. Sede virtuale, Cisco Webex: “c’è stato qualche intoppo iniziale alla prima lezione per difficoltà di connessione e sovrapposizione di domande, poi è andata molto bene. Ringrazio molto il tecnico Raffaele De Falco che ha attivato la piattaforma e si è assunto l’onere di caricare oltre cento indirizzi mail”. Prima lezione a via Montesano per la docente, poi passata come molti colleghi allo smartworking da casa: “ho condiviso lo schermo con i ragazzi e attivato una chat per le domande”. Per non lasciare indietro nessuno: “registro la lezione. Alla fine, condivido un link per scaricare il video con slide e voci”. A completare il quadro, un gruppo WhatsApp con oltre cento contatti: “con un vocale rispondo alle domande che arrivano. Nella difficoltà gli studenti non si sono sentiti abbandonati. Si è creato un rapporto bellissimo”. Teams e Federica i sussidi adottati per le lezioni a distanza dal Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche, che il 16 marzo ha assegnato ben 18 corone d’alloro. Il Direttore Maria Gabriella Graziano: “erano previste due sedute per le Magistrali e non abbiamo voluto spostarle per dare dei punti fermi agli studenti”. Adottata la piattaforma Zoom, utile, tra le tante opzioni, per il riconoscimento con documento d’identità dei singoli candidati: “i Presidenti di commissione, Marco Pagano ed Emilia Di Lorenzo, hanno fatto delle prove per evitare intoppi”. Connessi in contemporanea tutti i candidati. La promessa ai neodottori: “quando sarà possibile, terremo in sede una cerimonia di proclamazione”. 
 
Per regalare qualche minuto di distrazione all'intera comunità universitaria, abbiamo deciso di offrire gratuitamente il nuovo numero di Ateneapoli.
Ateneapoli gratis, scarica il giornale su www.ateneapoli.it



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!