Attendere prego...

News Federico II


È partita la Magistrale in Data Science

"In Europa nei prossimi dieci anni serviranno da un minimo di dieci ad un massimo di venti milioni di persone con questa laurea", afferma il prof. Longo, Coordinatore del Corso di Laurea

 News pubblicata il 29/10/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Annunciata circa un anno fa, quando ancora non si era concluso l’iter delle autorizzazioni da parte del Ministero dell’Università, è partita ora la Laurea Magistrale in Data Science. Le lezioni sono cominciate l’otto ottobre. Rispetto al progetto che si era delineato, la novità principale è che la nuova laurea non è ad accesso programmato. Gli immatricolati - ma c’è tempo ancora per iscriversi e si tratta dunque di un numero provvisorio - dovrebbero essere una ventina. I corsi del primo anno - alcuni dei quali in inglese - si svolgono al Dipartimento di Fisica, nel Complesso universitario di Monte Sant’Angelo. Sono: Hardware and software architecture per i big data; Data management and computer networks; Data mining, Statistical analysis of the data; Laboratorio di programmazione; Teoria ed etica dei big data. Il secondo anno è ancora in fase di definizione e si articolerà in tre indirizzi: Data science per le pubbliche amministrazioni, l’economia e le aziende; Data science per le scienze di base e l’ingegneria; Real World evidence per farmacologia ed oncologia. Per ora, spiega il prof. Giuseppe Longo, che è il Coordinatore di Data Science, “non abbiamo in programma una Laurea Triennale. Può darsi che in futuro ci penseremo, ma per il momento vogliamo concentrarci sul lancio e sul consolidamento della Magistrale. Ad essa si accede da vari Corsi di Laurea. Sostanzialmente quelli della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base e da Economia. Serve un minimo di requisiti in Matematica ed in Statistica”. Le prospettive occupazionali per chi si laureerà sono ottime secondo il prof. Longo: “Il Data Science è il settore di punta, il più ricercato dal mondo del lavoro. In Europa nei prossimi dieci anni serviranno da un minimo di dieci ad un massimo di venti milioni di persone con questa laurea”. Una delle peculiarità del nuovo Corso di Laurea, prosegue il docente, “è...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 23 ottobre (n. 15-16/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!