Attendere prego...

News Federico II


Il Dipartimento di Portici approva un piano triennale di ampio respiro

Enologia e agricoltura biologica nel futuro di Agraria

 News pubblicata il 20/06/2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Importanti novità in cantiere ad Agraria, dove è stato presentato ed approvato un piano di programmazione triennale 2016-2019 di ampio respiro e il cui intento è promuovere lo sviluppo di didattica, ricerca scientifica e terza missione. Si apre un triennio di grande slancio per il Dipartimento di Portici che, partendo dall’offerta formativa, vede l’attivazione di due nuovi percorsi di studio. “Stiamo lavorando per potenziare il Polo di Avellino, che diventerà un vero centro di eccellenza nell’enologia, il più importante del Meridione”, annuncia il prof. Matteo Lorito, Direttore del Dipartimento. Verrà attivata, per l’anno 2016-2017, la Magistrale in Viticoltura ed Enologia. “Gli attuali laureati Triennali sono enologi a tutto tondo, con la Magistrale ci si specializzerà e ci si aprirà alla ricerca e alla possibilità di accogliere studenti e docenti dall’estero, potenziando gli scambi internazionali, ad esempio con Bordeaux”. Il progetto vede l’attiva partecipazione della provincia di Avellino, con un finanziamento per 8 milioni di euro: “Sono previsti una serie di interventi che porteranno all’ampliamento della sede attuale e all’attivazione di un Centro per la vinificazione, di più laboratori attrezzati, un’aula magna e altre aule per la didattica. Insomma, quella di Avellino non sarà solo una sezione distaccata del Dipartimento, ma un vero Polo enologico, pronto ad accogliere studenti e ricercatori, a sviluppare rapporti con altre realtà scientifiche e aziendali europee, nazionali e regionali, in stretta sinergia con il territorio campano”.
Seconda novità, che però partirà dall’anno accademico 2017-2018, è quella dedicata all’agricoltura bio. “Il Ministro Martina ha previsto nel piano nazionale per l’agricoltura strumenti che danno un forte impulso all’agricoltura biologica e la realizzazione in Italia di due centri di formazione in questo campo. Il primo è stato già individuato ed è Milano. Abbiamo avanzato la nostra candidatura per essere l’altro centro italiano. La Campania, a differenza di quanto si può credere, è tra le prime regioni per numero di coltivazioni sostenibili, sia per volume che per quantità”. È una realtà poco nota, ma che potrebbe fare da leva per...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 10/2016)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!