Attendere prego...

News Federico II


Agraria premia i suoi studenti più brillanti

Frequenza assidua, confronto con i compagni di corso, studio solitario per gli esami orali

 News pubblicata il 27/10/2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Dipartimento di Agraria anche quest’anno ha premiato i suoi studenti migliori dei Corsi di Laurea Triennali, con una cerimonia svoltasi il 7 ottobre con tanto di torta e saluti del Direttore Matteo Lorito. I ragazzi del primo e secondo anno di Scienze Agrarie e Forestali e di Tecnologie Alimentari hanno ricevuto come premio gadget elettronici utili per i loro studi, tra cui un pc Acer, mentre il miglior studente in assoluto è stato ricompensato dei suoi sforzi con una borsa di studio di 1.000 euro.
Thomas Brian Rizzo, già vincitore delle edizioni precedenti, è il laureando super eccellente che il 21 novembre conseguirà il titolo Triennale in Scienze Agrarie cui è andata la borsa in denaro. “La cerimonia è stata bellissima e sono stato molto contento di ricevere questo premio. Mi sono sempre molto impegnato - racconta il giovane ventiseienne - e questo è stato un graditissimo riconoscimento. Inoltre, proprio in queste settimane mi sono diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, dove ho studiato violoncello. Non sempre è stato facile conciliare i due impegni. Mi è sempre piaciuto coltivare diversi interessi e mi piace fare tutto al meglio. Dopo il diploma ho preso qualche anno di tempo per dedicarmi ai miei studi musicali e quando, a 23 anni, ho scelto questo Corso, l’ho fatto perché sembrava affine alle mie passioni. Io, infatti, sono sempre stato molto attento all’ambiente. In realtà non sapevo bene cosa aspettarmi, ma devo dire che, nonostante la pausa dagli studi, sono riuscito subito a carburare anche grazie all’aiuto dei docenti”. Brian spiega che è stata la formazione del liceo classico ad aiutarlo: “Ero abituato ad un tipo di approccio critico allo studio che mi ha permesso di affrontare anche le materie scientifiche. Inoltre ho sempre cercato di interagire con i docenti, ponendo domande e cercando di capire senza accettare passivamente le nozioni: quando capisci il perché delle cose, riesci anche a ricordare meglio”. Tra i segreti di una buona...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola da giovedì 27 ottobre (n. 17/2016)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!