Attendere prego...

News Federico II


Bilancio di Genere nelle Università

Le Linee Guida nazionali portano la firma della Federico II

 News pubblicata il 16/12/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’Europa lo impone, la legge italiana lo prevede all’interno della relazione sulla performance. Il Bilancio di Genere (BdG) è uno strumento fondamentale che, in ambito universitario, ha l’obiettivo di inserire la parità di genere nella più ampia strategia di sviluppo degli Atenei. Nascono in questo contesto le Linee Guida per il Bilancio di Genere negli Atenei italiani, elaborate dal Gruppo CRUI per il Bilancio di Genere, coordinato dalla prof.ssa Antonella Liccardo, ricercatrice di Fisica teorica, modelli e metodi matematici al Dipartimento di Fisica ‘Ettore Pancini’ della Federico II, in quanto principale promotrice. Il lavoro, partito la scorsa estate, è stato presentato il 19 settembre alla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) e il 21 novembre al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Sono ancora pochi gli Atenei che adottano il Bilancio di Genere, anche se la situazione è in fase di miglioramento: “La prima esperienza virtuosa si è avuta in Italia con l’Università di Ferrara – spiega la prof.ssa Liccardo – Noi, come Federico II, abbiamo redatto il primo nel 2016. In quel contesto ci rendemmo conto di quanti pochi bilanci esistessero e di quanto fossero dissimili tra di loro. Ognuno si muoveva nel modo che riteneva adeguato e mancavano dei riferimenti ben precisi”. Ecco la scintilla da cui nasceranno le attuali Linee Guida: “Iniziammo così un tavolo di confronto con colleghi di altri Atenei che riflettevano sullo stesso tema e, da questo confronto, nacque l’idea di proporre alla CRUI un tavolo di lavoro che potesse definire, in maniera condivisa, delle linee guida”. Partiamo dal principio, dunque. Il Gruppo CRUI “nasce all’interno di un più ampio gruppo che si occupa di questioni di genere – riflessione su un linguaggio rispettoso delle diversità, strategie per l’implementazione dell’accesso delle ragazze alla carriera STEM (le discipline scientifico-tecnologiche e i relativi Corsi di studio) e costruzione di un network per la diffusione delle buone pratiche attuate dagli Atenei”. Quali sono gli obiettivi delle Linee Guida? “Sicuramente...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 10 dicembre (n. 19/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!