Attendere prego...

News Federico II


Premi per i laureati brillanti

Materie appassionanti, tanto laboratorio durante il percorso. Ricerca e industria: le aspirazioni professionali

 News pubblicata il 26/01/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

La giornata dedicata alle Biotecnologie Industriali si chiude con il momento tanto atteso della premiazione dei migliori studenti, laureati fra giugno 2014 e marzo 2015. Selezionati dalla commissione presieduta dalla prof.ssa Renata Piccoli e costituita dai docenti Viola Calabrò, Giuseppe Oliviero e dalla ricercatrice Alessandra Piscitelli, sulla base di un regolamento che ha tenuto conto del curriculum comprendendo, nella valutazione, anche le lodi e il tempo impiegato. “Il regolamento è pubblico, se pensate che possa essere migliorato, siamo a disposizione – afferma la prof.ssa Piccoli che si definisce ‘una docente della prima ora’ del Corso di Studi – Abbiamo lavorato in maniera molto intensa in questi anni, con colleghi e studenti. Penso che giornate come questa aiutino chi è ai primi anni e ha ancora tanti dubbi a buttare un occhio sul futuro e capire che i professori non sono né lontani, né terribili, che i programmi sono sostenibili e che quello che si deve attraversare non è un lungo tunnel buio”. 
Ecco i veri protagonisti della giornata, le loro storie, aspirazioni e passioni. 
Lilia Ruban, 26 anni, è nata in Ucraina ma vive a Napoli da dieci anni. Iscritta alla Magistrale, è risultata essere la migliore laureata Triennale. Ha scelto Biotecnologie seguendo i consigli di un amico di famiglia ma all’inizio era molto indecisa: “Dopo il primo semestre ho capito che era il Corso migliore per me. Mi piacciono moltissimo le applicazioni concrete della biologia e della chimica”. Il futuro: “non voglio restare all’università ma cercare lavoro in un’industria”. I suoi suggerimenti: “informarsi su cosa si studia. Andare avanti con determinazione e, anche se non può piacere tutto quello che si fa, pensare solo a finire”. Laura Capasso, 22 anni, originaria di Frattamaggiore, in provincia di Napoli, è seconda nella graduatoria Triennale e sta proseguendo gli studi. Sognava di...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 26 gennaio (n.1/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!