Attendere prego...

News Federico II


Da eleggere sedici tra professori ordinari, associati e ricercatori, rappresentanti del personale

Senato Accademico. Si vota il 20 e 21 giugno

 News pubblicata il 05/06/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Urne aperte tra il 20 e il 21 giugno per il rinnovo della componente elettiva del Senato Accademico alla Federico II. Da eleggere sedici membri tra i professori ordinari, associati e ricercatori e quattro rappresentanti del personale tecnico e amministrativo. Molti candidati, in tutte le categorie, si ripropongono per un secondo mandato, tanti anche i nomi nuovi. 
Rita Maria Antonietta Mastrullo (Dipartimento di Ingegneria Industriale), Roberta Amirante (Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale), Francesco Palumbo (Dipartimento di Scienze Politiche), Riccardo Viganò, (Dipartimento di Economia, Management e Istituzioni): sono le riconferme tra le file degli Ordinari. Alla prima candidatura in Senato, invece, gli Ordinari Alberto Aloisio (Dipartimento di Fisica), Roberto Campanile (Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali), Vincenzo Ferone (Dipartimento di Fisica), Andrea Mazzucchi (Dipartimento di Studi Umanistici), Sandro Rengo (Dipartimento di Neuroscienze e Scienze riproduttive e odontostomatologiche)
“il Corso di Odontoiatria, unica Magistrale della Scuola insieme a Medicina, così come Neuroscienze, che è il Dipartimento più grande, necessitano di una rappresentanza in Senato, che naturalmente sia espressione di tutta l’area medica”, afferma il prof. Rengo. Per questo, “in un’ottica di continuità con il lavoro svolto dal prof. Santoro, e nel solco del percorso tracciato dall’attuale Governance di Ateneo, ho ritenuto giusto porre il mio nome nella lista, sperando che possa essere condiviso dai colleghi”. Lo stesso auspicio arriva anche dal prof. Ferone, il quale racconta come la sua candidatura sia “emersa dagli incontri tenuti nell’ambito del Collegio di area Matematica, ma è stata ben accolta anche fuori. Sono sicuramente mosso dalla volontà di partecipare alle attività di quest’organo accademico in rappresentanza di tutto l’Ateneo. In Senato, infatti, potrò avere l’opportunità di lavorare su tematiche importanti legate alla vigilanza o alla programmazione strategica”. “La mia candidatura...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 2 giugno (n. 9/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!