Attendere prego...

News Federico II


Studenti di Ingegneria Meccanica per la Progettazione in Francia per una competizione internazionale

 News pubblicata il 04/02/2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un gruppo di dodici studenti iscritti alla Magistrale in Ingegneria Meccanica per la Progettazione e la Produzione della Federico II ha rappresentato l’Italia ad un evento internazionale dedicato all’innovazione di prodotto. L’appuntamento, annuale, vede la partecipazione di centinaia di studenti, provenienti da tutta Europa, che si sfidano in una gara di progettazione all’ultima idea, in una non stop di 24 ore. La manifestazione “Ventiquattro ore per l’Innovazione” si è svolta in Francia, tra il 12 e 13 dicembre, ed è organizzata dall’Ecole Supérieure des Technologies Industrielles Avancées (ESTIA) di Biarritz, in collaborazione con aziende e imprese che commissionano ai gruppi in gara, composti da non più di dieci persone, la realizzazione di un prototipo di loro interesse. “Abbiamo partecipato ad altre edizioni. Lavoravamo dai nostri laboratori per poi presentare i risultati in teleconferenza. È stata la prima volta che vi abbiamo preso parte dal vivo”, racconta il prof. Antonio Lanzotti, docente del Corso di Progettazione e Sviluppo di Prodotto e promotore dell’iniziativa. “Eravamo gli unici italiani presenti e i nostri ragazzi ci hanno creduto molto, lavorando con impegno e sfruttando l’opportunità di affrontare dei metodi nuovi e confrontarsi con dei loro coetanei di altri paesi, condensando tutto in sole 24 ore ininterrotte di lavoro, come capita spesso nel mondo del lavoro – spiega il prof. Stefano Papa che ha accompagnato gli studenti insieme ai tecnici amministrativi Paola Muratto e Luigi Calvanese – L’attività ha rappresentato anche una buona occasione per coloro i quali non sono riusciti ad ottenere una borsa Erasmus”.
“Non abbiamo partecipato come gruppo di Napoli. Siamo stati divisi fra tre squadre diverse. Nella nostra c’erano cinque napoletani insieme a quattro ragazzi di Bordeaux e un ragazzo spagnolo”, racconta Cecilia Maddaloni che ha dovuto realizzare, insieme ai colleghi, una cuffia da piscina completamente impermeabile. Il referente di una grande azienda del settore ha esposto il progetto agli studenti avvertendo come, tutte le cuffie, non risultino...
 
Articolo pubblicato sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 1/2015)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!