Attendere prego...

News Federico II


Un concorso fotografico per celebrare Mendel, il padre della Genetica

 News pubblicata il 28/12/2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Gregor Mendel, monaco agostiniano vissuto nel diciannovesimo secolo, è stato il padre della Genetica. Il 2022 è l’anno in cui si celebrerà il bicentenario della nascita e l’Ateneo Federico II sta organizzando una serie di appuntamenti che aiuteranno a far conoscere meglio la figura di questo scienziato. Nel frattempo, il Dipartimento di Biologia, in collaborazione con F2 Cultura, ha promosso un concorso fotografico aperto alla partecipazione degli studenti di tutti i Corsi di Laurea dei vari Dipartimenti – umanistici e scientifici – e dei dottorandi. Il tema del concorso è l’ereditarietà. “Questa iniziativa - spiega la prof.ssa Serena Aceto, docente di Genetica - dà il via alle celebrazioni per Mendel, il primo che ha descritto i principi della trasmissione dei caratteri ereditari. È pensato per stimolare la creatività, l’originalità, la capacità di reinterpretare concetti e per favorire l’interesse dei giovani nei confronti di Mendel. Un personaggio con tante sfaccettature, che ebbe una vita personale e scientifica molto difficile. Conobbe tanti fallimenti e difficoltà e i suoi studi furono riconosciuti e rivalutati solo all’inizio del ’900, dopo la sua morte. Ha tenuto duro, ci ha creduto fino in fondo e questo aspetto è molto importante come esempio per i giovani. Testimonia che non bisogna scoraggiarsi, ma avere fiducia in sé stessi nonostante le avversità”. I partecipanti al concorso  dovranno inviare una fotografia sul tema dell’ereditarietà declinato in tutte le possibili interpretazioni. Non solo quelle più strettamente scientifiche. “Complice il fatto che in Dipartimento diamo molto peso alla didattica innovativa ed abbiamo un sito specifico di didattica innovativa con una sezione di Scienza ed Arte curato dalla prof.ssa Barbara Majello - prosegue Aceto - abbiamo voluto coniugare questa celebrazione che prenderà corpo nel 2022 e questo evento iniziale. Sarà poi allestita in Dipartimento una mostra dei lavori pervenuti e l’otto febbraio si svolgerà la premiazione, probabilmente nella Sala Rossa a Monte Sant’Angelo. I primi due saranno premiati con 500 euro ciascuno. Ci saranno premi da definire anche per i dieci più meritevoli, oltre ai due vincitori”. La partecipazione al concorso è ovviamente gratuita e le domande, con le modalità ed all’indirizzo indicato nel bando pubblicato sul sito del Dipartimento, vanno inoltrate, entro il 15 gennaio, per posta elettronica. Ribadisce la prof.ssa Aceto: “È una iniziativa per coniugare Scienza ed Arte e diffondere nella comunità studentesca la consapevolezza che c’è arte e bellezza anche nel fare scienza. Anche nella Scienza si trovano spunti e ci vuole arte e creatività anche per immaginare un esperimento ed interpretarlo, sempre  con rigore e logica”. La commissione che valuterà le fotografie che perverranno sarà composta dai docenti di Genetica del Dipartimento e da un esperto di fotografia. “Ci interessa premiare la creatività e l’idea oltre alla riuscita della foto dal punto di vista tecnico”, puntualizza la prof.ssa Aceto.
 
Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!