Attendere prego...

News


Novità: parte Scienze agrarie e forestali

Il Distabif elimina i test per i tre Corsi a numero programmato

 News pubblicata il 02/08/2020
© RIPRODUZIONE RISERVATA
“Abbiamo lavorato al progetto per alcuni anni ed ora finalmente siamo pronti a partire”. Il prof. Antonio Fiorentino, che è il Direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche (Distabif), sede a Caserta, introduce la novità didattica del prossimo anno accademico: il Corso di Laurea Triennale in Scienze agrarie e forestali. “Un’idea - ribadisce - che avevamo da tempo per vari motivi. Uno di essi, forse il più importante, è che il Dipartimento è situato a Caserta, ed in Terra di Lavoro l’agricoltura resta un’attività produttiva di fondamentale importanza. Lo stesso piano strategico di Ateneo suggerisce di puntare sui Corsi di Laurea che possano esaltare le caratteristiche del territorio”. Scienze agrarie e forestali nasce in collaborazione con il Dipartimento di Agraria dell’Ateneo Federico II, quello che ha sede a Portici ed ha una tradizione molto consolidata. “L’intesa prevede che insegnino nel nuovo Corso, per le materie per le quali non siamo già coperti dai nostri docenti, i professori di Agraria federiciana. Lavoriamo insieme, insomma, in spirito di collaborazione e senza inutili concorrenze. Tra l’altro, abbiamo verificato che molti studenti di Caserta o della zona meridionale del Lazio che potrebbero essere interessati al nuovo Corso non si immatricolerebbero a Portici, perché la ritengono una sede troppo lontana dalla propria residenza”. Sono state attivate, inoltre, convenzioni con aziende agricole, enti, parchi e c’è la volontà di partecipare a progetti regionali, nazionali ed internazionali. “Tra le convenzioni - sottolinea il prof. Fiorentino - una è in preparazione con l’Istituto di frutticoltura di Caserta, che ospiterebbe i nostri studenti per il tirocinio”. Non è ancora definito se poi, nei prossimi anni, il Dipartimento attiverà anche una Laurea Magistrale in Agraria, prosieguo della Triennale: “È una valutazione che sarà fatta successivamente. In ogni caso, chi conseguirà da noi il titolo di primo livello potrà certamente iscriversi ad una Laurea Magistrale del Dipartimento della Federico II”. Gli insegnamenti del primo anno sono: Agronomia e coltivazioni erbacee, Chimica organica, Botanica generale, Botanica agraria e forestale, Fisica e laboratorio di informatica, Diritto agrario, Chimica generale ed inorganica, Matematica, Inglese.
Se Agraria e Scienze Forestali rappresenta la novità del Dipartimento, resta e si ripropone l’offerta didattica consolidata negli ultimi anni. Farmacia “va avanti dopo che due anni fa abbiamo profondamente rinnovato il piano di studi, sulla base dell’adesione al piano nazionale. Abbiamo uniformato l’offerta formativa agli altri Corsi di Laurea nazionali per consentire, tra l’altro, eventuali passaggi da un Ateneo all’altro. L’ordinamento risponde, inoltre, alle mutate esigenze del mercato del lavoro relativamente alla figura del farmacista. Non è più solo un esperto del farmaco, ma deve avere competenze anche nell’ambito della nutraceutica e della scienza dell’alimentazione. Il Corso di Laurea, di durata quinquennale, è a numero programmato”. Nel prossimo anno accademico saranno ammessi 146 studenti al primo anno, 46 in più rispetto all’anno accademico in corso. 
Aumenta il numero dei posti disponibili, prosegue il prof. Fiorentino, “anche per gli altri due Corsi di Laurea a numero programmato che proponiamo. Biotecnologie passa da 100 a 144 posti. Scienze Biologiche sale a 199 immatricolazioni. Un anno fa erano 175. Questi incrementi sono stati resi possibili dagli sforzi dell’Ateneo, che per questo ringrazio, di aumentare l’organico dei docenti e dei ricercatori”. 
L’aumento dei posti disponibili, peraltro, non è la sola novità per i tre Corsi di Laurea a numero programmato del Dipartimento. Cambia per tutti, infatti, la modalità di selezione dei candidati ad iscriversi al primo anno: “non si svolgerà il consueto test a risposta multipla. Se arriveranno domande in numero maggiore rispetto ai posti disponibili, entrerà chi si è iscritto per primo e chi ha conseguito un voto più alto all’esame di maturità. È una novità che abbiamo introdotto in considerazione delle difficoltà legate all’epidemia sanitaria. Un modo per evitare di concentrare molte persone in aula”. Ciascuno studente può iscriversi (la domanda va presentata entro il 27 luglio) anche in contemporanea ai tre Corsi di Laurea. Le graduatorie sono separate. “Lo scorso anno - ricorda il Direttore Fiorentino - avemmo circa 900 domande per i tre Corsi a numero programmato”.
Altra Laurea Triennale, ad accesso libero, è quella in Scienze Ambientali. Il Corso è progettato per fornire allo studente le conoscenze di base e una padronanza del metodo scientifico generale nonché la capacità di elaborare e interpretare in maniera integrata dati ambientali di diversa natura. L’approccio è interdisciplinare.
Comune alla proposta formativa del Dipartimento è “la presenza di molti laboratori. Per Farmacia è particolarmente importante perché l’esame di Stato prevede tre prove di laboratorio. I laboratori sono poi molto utili perché consentono l’accesso agli studenti in tesi di laurea”. Altra componente importante è il tutorato: “È uno dei punti qualificanti della nostra offerta formativa ed è particolarmente utile per gli studenti del primo anno che si trovano ad affrontare le materie di base”. 
 
Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli "Guida all'Università 2020" su www.ateneapoli.it



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!