Attendere prego...

News


Un giorno a lezione con gli studenti nella sede di Agnano

Il parcheggio non basta per tutti, si sosta alla mercé dei parcheggiatori abusivi

 News pubblicata il 10/11/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fra le sedi di Ingegneria dell’area occidentale, quella di Via Nuova Agnano è forse quella più decentrata. Bella, spaziosa, con una pianta che la rende accogliente e aperta e, aspetto positivo sottolineato da quasi tutti gli studenti, con una mensa all’interno. “Questa è una delle poche strutture non tristi di Ingegneria, sicuramente non come l’edificio di Piazzale Tecchio che, in fin dei conti, è un palazzo, nemmeno troppo accogliente. Qui si sta bene, però ci sono pochi servizi intorno e penuria di mezzi di trasporto”, dice Mario De Crescentis, studente Triennale di Ingegneria Biomedica che desidererebbe un orario più comodo la sera, soprattutto nei mesi invernali: “il giovedì restiamo qui fino alle 18.30 e un giorno alla settimana non ci basta per essere al passo”. Erika Caianiello vorrebbe più esercitazioni “per aiutarci a capire meglio la teoria”. Una questione che articola la sua collega, Roberta D’Angelo, quando solleva una problematica di impostazione didattica, della quale fanno le spese anche i docenti: “stiamo seguendo il corso di Fenomeni di Trasporto, che richiede conoscenze di Chimica, materie prevista, però, il prossimo semestre. Lo stesso accade al primo anno: durante il secondo semestre affrontiamo Analisi Matematica II che ha dei richiami di Algebra Lineare e Geometria le cui lezioni, però, si svolgono in parallelo...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 10 novembre (n. 18/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!