Attendere prego...

News


Il Rettore Paolisso incontra gli studenti in un'assemblea di Ateneo

Un momento di ascolto e di confronto sulle problematiche vissute dalla platea studentesca

 News pubblicata il 09/02/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

“Quest’incontro è stato strutturato in modo da darvi la possibilità di interloquire con me, illustrando le problematiche che ogni giorno incontrate, così da provare a risolverle insieme”, ha detto il Rettore Giuseppe Paolisso nell’aprire la prima assemblea con gli studenti di tutto l’Ateneo. L’incontro si è tenuto il 29 gennaio, presso l’aula A del Dipartimento di Lettere e Giurisprudenza. La parola è allora lasciata agli studenti, circa un centinaio, che sono accorsi all’evento. Il pubblico è formato perlopiù da iscritti a Giurisprudenza, a cui seguono per consistenza quelli di Medicina, Psicologia e Logopedia. Pochi, se non del tutto assenti, i rappresentanti degli studenti dei vari Dipartimenti. Se ne mostra dispiaciuto il Rettore che afferma: “speravo in una partecipazione più consistente da parte dei rappresentanti”. 
L’appello di aprile a Giurisprudenza
Rompe il ghiaccio una studentessa di Giurisprudenza che interviene sul problema degli appelli: “Si noti la doppia penalità che ricevono gli studenti tutti, ma in particolar modo i fuoricorso. Non solo quest’anno manca l’appello di marzo, ma anche quello di aprile riservato a questi ultimi. Inoltre non sono rispettati i crediti formativi per alcuni esami. I professori non si adeguano al regolamento che prevede cinquanta pagine per ogni credito. Chiediamo, dunque, che venga ripristinata la data di aprile e contestualmente vengano rispettati i parametri soprattutto dalle cattedre di Diritto commerciale, Diritto amministrativo, Procedura Penale e Diritto ecclesiastico”. “Abbiamo già affrontato la questione nell’ultima assemblea interna avvenuta lo scorso 10 gennaio – risponde Paolisso – ed è stata istituita un’altra data per Diritto commerciale. Ciò premesso, comprendo le difficoltà di voi studenti ma qui siamo all’Università, non al supermercato delle Lauree, pertanto questo abbinamento tra pagine e testo lo comprendo ma non ne sono particolarmente entusiasta. A Medicina abbiamo sedute d’esame tutti i mesi tranne che per aprile, ottobre e novembre, e per ogni mese ci sono due appelli. Sapete qual è il risultato? Che ci sono tre, quattro esami ad appello. La realtà è che voi studenti avete bisogno di un conforto psicologico che riguarda gli appelli. Infine, si tratta di una tematica che afferisce al Dipartimento, io non ho veti in merito”. Incalza allora la studentessa: “I professori hanno riferito di avere rimosso la data di aprile destinata ai fuoricorso in quanto molti si prenotavano ma se ne presentavano pochissimi”. Interviene allora il Direttore del Dipartimento, prof. Lorenzo Chieffi, che avalla questa motivazione ma si dice favorevole a reintrodurre l’appello di aprile che pertanto si avrà nuovamente. Ma aggiunge il Rettore: “Valuteremo la risposta degli studenti alla reintroduzione...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 9 febbraio (n. 2/2018)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!