Attendere prego...

News L. Vanvitelli


Intervista al prof. Paolo Pedone, neo eletto al Cun

Laureati triennali: "i grandi dimenticati"

 News pubblicata il 03/05/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

“Sono molto contento per l’esito del voto, espressione dell’unità dell’area 05. La mia elezione, infatti, è il significativo risultato di un lavoro svolto a livello nazionale e che ha portato l’area delle Scienze Biologiche ad esprimersi in maniera compatta”, così il prof. Paolo Pedone commenta la sua elezione al Cun, Consiglio Universitario Nazionale. Si è votato tra il 5 e il 14 marzo per il rinnovo dei rappresentanti di 7 aree scientifico-disciplinari, di un professore di prima fascia dell’area 02, di un professore di seconda fascia dell’area 14 e di tre rappresentanti del personale tecnico-amministrativo, per il prossimo triennio.
Docente di Scienze Biologiche e per ben 13 anni Direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche (Distabif), il prof. Pedone si appresta alla prima riunione del Consiglio, durante la quale si voterà per eleggere il Presidente, portando in dote “l’esperienza maturata in questi anni, sia come docente che come Direttore di Dipartimento, per dar voce alle istanze della mia area di riferimento ma più in generale per portare avanti quelle che sono le sollecitazioni che partono dalla base”. Una riconsiderazione dei criteri di valutazione e maggiore ‘pubblicità’ alle Lauree Triennali: sono questi i due grandi temi da cui partirà il lavoro del prof. Pedone. “Mi auguro di riuscire a porre all’attenzione del Consiglio il problema dell’eccessiva burocratizzazione della qualità. Il sistema di valutazione della qualità è, infatti, basato su criteri che non lasciano spazio e non considerano l’unicità della formazione accademica. Non bisogna più vedere la valutazione solo come una mera somma numerica di dati, ma...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 3 maggio (n. 7/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!