Attendere prego...

News L. Vanvitelli


Presidenza Scuola Politecnica: si dimette "in un clima di assoluta serenità" il prof. Alfredo Testa

 News pubblicata il 22/09/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dimissioni al vertice della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base. Si va alle urne per il Presidente. Ha lasciato l’incarico a luglio il prof. Alfredo Testa. Un atto che arriva tre mesi dopo la scadenza naturale del mandato triennale (4 aprile) e in un clima di assoluta serenità e collaborazione, come tiene a sottolineare il Presidente uscente ricordando le motivazioni alla base delle sue dimissioni: “Protrarre il mio mandato fino ad ottobre avrebbe soltanto causato difficoltà alla comunità accademica e a me stesso. Il cronoprogramma approvato dal Senato Accademico non consente per raggiunti limiti di età una mia ricandidatura e prevede già il passaggio ad un Presidente reggente dal primo novembre, comportando, quindi, una discontinuità che sarebbe andata a cadere al centro del primo semestre delle attività didattiche e dei due momenti elettorali (Consiglio e Presidenza) previsti per la Scuola”. L’interruzione del mandato a fine luglio, invece, “riduce gli effetti della discontinuità che viene spostata così in un periodo di attività ridotte e prima dell’inizio del primo semestre, e non produce effetto alcuno sulla tempistica e sulla situazione delle elezioni”. “Con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento Elettorale - aggiunge il prof. Testa - si conclude un periodo della vita della Scuola e se ne avvia uno transitorio che porterà ad un nuovo assetto che, peraltro, è stato fortemente voluto e determinato, nei contenuti, dall’attuale Consiglio in interazione con la Commissione Regolamenti, e che deve procedere in assoluta serenità”. 
Il prof. Testa ricorda, inoltre, i suoi impegni scientifici nazionali ed internazionali che lo richiamano ad una maggiore dedizione. È, infatti, Presidente del GUSEE, il gruppo dei Sistemisti Elettrici di 24 Università Italiane, che con il consorzio ENSIEL è impegnato in una attività di progettazione e coordinamento di PON, del CLUSTER NAZIONALE ENERGIA, approvato dal MIUR, e di finanziamenti europei; è, inoltre, Chair e Resident Director della PMAPS International Society, ruolo che lo vede coinvolto in attività di coordinamento scientifico internazionale, che richiedono spesso la presenza a manifestazioni in paesi esteri. “Attività scientifiche – sottolinea – che hanno ricadute anche sulla visibilità e sull’attività di ricerca dell’Ateneo”. È nel pieno interesse dell’Ateneo e della Scuola e in accordo con i membri del Consiglio di Scuola, quindi, che il professore passa...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 22 settembre (n. 13-14/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!