Attendere prego...

News L. Vanvitelli


Incontro al Distabif

Professionisti della nutrizione il 40% dei laureati in Biologia

 News pubblicata il 03/05/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Previdenza, assistenza, sussidi, ma anche apertura a nuovi sbocchi professionali, sono le diverse facce di un ente, l’Enpab, a tutela dei biologi come professionisti ma soprattutto come persone, che ha avuto la possibilità di presentarsi agli studenti in occasione del seminario tenuto il 26 aprile dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche (Distabif). Ad aprire i lavori per poi dare la parola agli ospiti è il Direttore del Dipartimento Paolo Vincenzo Pedone, insieme alla Presidente del Consiglio dei Corsi di Studio in Scienze Biologiche e Biologia Marina Isidori.
“Cas(s)a”, così preferisce definirsi l’associazione, proprio per sottolineare i due valori di cassa e casa per i propri iscritti. Lo spiega la Presidente Tiziana Stallone. Poi illustra ai futuri biologi cosa aspettarsi nel post laurea. “Il nostro obiettivo è quello di darvi gli strumenti utili a districarvi nel mondo del lavoro – spiega la Stallone – ma soprattutto l’entusiasmo, perché è soltanto con la passione che riuscirete ad affrontare le difficoltà di accesso nel mercato del lavoro”. In un mercato fluido prevale la figura del libero professionista. “Contiamo circa 14.500 iscritti e tantissime sono soprattutto le donne tra i 30 ed i 35 anni – afferma la Presidente – che sono molto tutelate dal nostro welfare strategico”. Laddove vengono meno le certezze del tanto auspicato ‘posto fisso’, “emerge la creatività, la volontà e dunque...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 5 maggio (n.7/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!