Attendere prego...

News L. Vanvitelli


Scrivere di cibo, un'esperienza che ha coinvolto gli studenti del Dilbec

Talks e laboratori sul cibo tra archeologia, arte, cinema e letteratura a Città della Scienza

 News pubblicata il 10/04/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Docenti, ricercatori e studenti del Dipartimento di Lettere (Dilbec) impegnati in un progetto sul cibo tra archeologia, arte, cinema e letteratura. Hanno partecipato allo G.N.A.M. Village, acronimo di gusto e natura dell’alimentazione mediterranea, che si è tenuto a Città della Scienza il 24, 25 e 26 marzo. “Abbiamo scelto di organizzare un discorso compiuto sul cibo dal punto di vista della produzione, della trasformazione, ma anche della cultura, perché riteniamo che il cibo sia una delle massime espressioni della capacità di un popolo di produrre cultura”, spiega Gianfranco Nappi, organizzatore dell’evento insieme a Rosanna Cioffi, Prorettrice alla Cultura dell’Università “Luigi Vanvitelli”. All’interno di questo percorso “un momento dedicato appunto alla scrittura del cibo, alla narrazione scritta del cibo, e da qui nasce ‘Scrivere di cibo’ e l’incontro con l’Università degli Studi della Campania per la partenza del nostro lavoro di costruzione della narrazione, grazie alla competenza acquisita nel Dipartimento di Lettere”. Una prima giornata è stata dedicata al cibo nel cinema italiano, con le analisi di scene gastronomiche riprese nei film di Fellini, De Sica e Leone, che sono stati posti a confronto fra loro. Questo l’argomento del seminario curato dal dott. Giulio Brevetti, che ha condotto un lavoro di ricerca filologica delle immagini conclusosi nella riproduzione di esse durante una cena felliniana. Nelle successive giornate si è poi...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 7 aprile (n.6/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!