Attendere prego...

News L. Vanvitelli


Il Rettore Paolisso: "l'orientamento è una attività strategica"

V:Orienta alla Vanvitelli il 28 e 29 marzo

La novità: "2.000 posti in più per il prossimo test a Medicina"

 News pubblicata il 15/03/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

“L’orientamento universitario è un’attività fondamentale e strategica per le Università e per i giovani interessati ad intraprendere un percorso di questo tipo”. È il pensiero del prof. Giuseppe Paolisso, da 5 anni Rettore dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” che il 28 e 29 marzo, durante la manifestazione V:Orienta, presenterà tutta la propria offerta formativa a migliaia di studenti invitati nel moderno Aulario di Santa Maria Capua Vetere. “Uno dei principali problemi in Italia riguarda le motivazioni con cui lo studente si iscrive all’Università”, continua il Rettore, “queste sono varie, possono essere di origine culturale, sociale, con aspettative economico-finanziarie, o più semplicemente finalizzate all’attività lavorativa. Molte volte, però, il Corso di Laurea viene individuato senza avere chiara conoscenza di quelle che possono essere difficoltà, vantaggi e svantaggi di un determinato percorso didattico, e frequentemente si va incontro ad un ritardo nel conseguimento del titolo di studio o ancora peggio all’abbandono. In entrambi i casi si genera un danno sociale ma anche economico per la famiglia”. 
Come si possono evitare questi problemi?
“Con la prevenzione, spiegando agli studenti quali sono, in rapporto alle loro esigenze ed aspettative, le reali opportunità che un Corso di Laurea può offrire non solo nella formazione ma anche relativamente alle prospettive occupazionali. Per cui l’orientamento oggi è l’unico sistema serio per far capire il giusto e reale abbinamento tra quello che si vorrebbe fare e ciò che viene offerto”.
L’Università “Vanvitelli”, a quasi 30 anni dalla sua istituzione, è ormai radicata nella provincia casertana. Quali risultati state ottenendo? “Abbiamo fatto una sorta di geolocalizzazione dei nostri studenti e si è visto che oltre l’85% degli iscritti è residente nel raggio di 40 chilometri dal Dipartimento dove studia. Questo perché siamo presenti sul territorio, impegnati nella terza missione e nella comunicazione, coinvolgendo anche personaggi di alto livello. L’Ateneo sta dando prova di grandi capacità e sta contribuendo alla crescita del territorio. È un percorso lento ma dai risultati notevoli”.
“Siamo attrattivi semplicemente per quello che facciamo”
Vi rivolgete solo a studenti del territorio casertano?
“Assolutamente no. Abbiamo studenti provenienti da tutta la Campania e da altre regioni, ma non solo. L’attività legata all’internazionalizzazione funziona molto bene. Da noi, per esempio, studia una folta comunità di israeliani, in costante crescita, che hanno una grande considerazione della nostra offerta formativa. Tutto questo senza fare il cosiddetto ‘marketing dello studente’. Siamo attrattivi semplicemente per quello che facciamo”.
Il suo Ateneo quest’anno ha avuto un incremento degli iscritti del 4,5%, in media con la crescita italiana. Cosa spinge un giovane a scegliere l’Università Vanvitelli?
“Probabilmente la particolare attenzione verso gli iscritti. Li supportiamo con numerosi servizi e sosteniamo i talentuosi nello studio, nella ricerca e nella fase di approccio al mondo del lavoro”. 
Come lo fate?
“In Italia ci sono pochi Atenei che stanno investendo sui giovani come lo facciamo noi. In tre anni abbiamo investito 41 milioni di euro di nostre risorse, abbiamo reclutato 303 giovani a vario titolo (borse, assegni di ricerca e ricercatori) e acquistato nuove tecnologie. In questo momento abbiamo in essere due azioni che prevedono l’assegnazione di 50 assegni triennali per una spesa di 3 milioni e 750 mila euro ed un bando di ricerca interateneo di 9 milioni di euro. Inoltre, abbiamo ampliato la no tax area. Lo scorso anno l’investimento è stato di 5 milioni di euro in aggiunta alle borse di studio e altre iniziative di supporto”.
Dove trova queste risorse?
“Ho una certa attitudine a gestire. Nei primi due anni del mio mandato rettorale...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dall'8 marzo (n. 4/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!