Attendere prego...

News L'Orientale


Un laboratorio sulla pittura cinese tradizionale per esperire la connessione fisica con l'opera d'arte

In programma una dimostrazione sui 'quattro tesori del letterato'

 News pubblicata il 03/05/2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
“Fornire una visione d’insieme della pittura cinese tradizionale al fine di acquisire i rudimenti necessari per conoscerne e comprenderne i linguaggi visivi, i presupposti teorici, i processi creativi, le tecniche utilizzate e le iconografie”. È l’obiettivo cardine del Laboratorio organizzato dalla prof.ssa Chiara Visconti, storica dell’arte cinese e archeologa, nei giorni 8-9-10 e 15-16-17 maggio presso le sale del Museo Orientale ‘Umberto Scerrato’ in via Chiatamone. “Grazie alle copie di famosi dipinti tradizionali custodite all’interno del Museo, gli studenti avranno la possibilità di osservare da vicino i rotoli, imparare a maneggiarli, avere quella connessione fisica con l’opera implicita in questo tipo di formato e potranno toccare con mano i principi compositivi e le peculiarità di una pittura che così tanto perde nelle riproduzioni fotografiche”. Agli studenti interessati, sia dei Corsi di Laurea Triennale che Magistrale, si richiede tra i requisiti di avere già sostenuto il suo esame di ‘Archeologia e Storia dell’arte cinese’ con lo scopo di acquisire due crediti cumulabili nelle altre attività. Oltre all’esperienza sensibile di visione e contatto con l’opera, sotto il profilo storico-artistico, “verranno esaminati i presupposti teorici della pittura cinese, l’evoluzione delle teorie estetiche e della critica d’arte, il legame tra arti visive e non, il ruolo degli artisti, il modo di approcciarsi alle opere”. Insieme alla prof.ssa Visconti prenderà parte agli incontri il prof. Xu Haiming, Co-direttore dell’Istituto Confucio di Napoli, “che terrà una dimostrazione sui cosiddetti ‘quattro tesori del letterato’, ossia gli strumenti necessari all’arte calligrafica e pittorica: il pennello, la carta (o la seta), l’inchiostro e la pietra da inchiostro”. Ai partecipanti sarà data la possibilità di utilizzare questi strumenti...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 5 maggio (n.7/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!