Attendere prego...

News Parthenope


Elette le rappresentanze studentesche

Dalla revisione del sistema di tassazione agli spazi, dal placement agli appelli: le questioni prioritarie per i neo eletti

 News pubblicata il 01/06/2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Asso piglia tutto per Udu, Sos Studenti, Nou, ViviUnina e Listagram, unica coalizione in corsa alla tornata elettorale del 18-19 maggio, quando alla Parthenope si è votato per eleggere le rappresentanze studentesche in tutti gli organi di governo dell’Ateneo.
A Tommaso Petito, con 1.199 voti, è andato il seggio in Consiglio di Amministrazione; Pasquale Ziello, Manuel Melandri e la dottoranda Angelina Cirillo (in corsa con la lista Undici) siederanno in Senato Accademico. 
Stabile l’affluenza al voto che si attesta intorno al 10 per cento. Un dato che   per Petito “va analizzato positivamente, soprattutto per alcuni seggi, come quello di Monte di Dio, dove hanno votato più di 1.100 persone. Purtroppo in alcune sedi c’è stato un calo, come ad Ingegneria e Scienze Motorie, ma questo va legato anche al periodo e alla mancanza di corsi in alcuni Dipartimenti”. Al di là dei dati, l’urgenza degli eletti è di mettersi subito al lavoro sulle questioni più incombenti. Il primo impegno, dice Petito, è una revisione del sistema di tassazione: “occorre proporre un aumento del numero di fasce di reddito. Attualmente sono nove, ma noi vorremmo fossero aumentate fino a 13. Più fasce significa maggiore differenziazione, e questa è necessaria per avere un sistema più equo. Non troviamo giusto, infatti, che si trovino a pagare lo stesso importo chi guadagna 18 mila euro e chi ne guadagna 70 mila. Bisognerà capire la disponibilità di bilancio e le aperture che farà il nuovo Rettore”. Sulla prossima consultazione rettorale: “penso si dovrà presto aprire una discussione nel Consiglio degli Studenti che dovrà fornire delle indicazioni di voto a me e ai senatori. Vogliamo, infatti, che quello degli studenti sia un voto unitario e condiviso da tutti i rappresentanti”.
È già pronta un’agenda di lavoro, anticipa Ziello, neo senatore: “Il ripristino della sessione di esami ad aprile è un’esigenza condivisa da tutti i Dipartimenti in quanto faciliterebbe il percorso dei laureandi e dei fuori corso”. Va, inoltre, migliorata “la comunicazione a livello di Ateneo, e anche nei Dipartimenti dove spesso i disservizi sono causati dalla scarsa interazione tra Segreteria didattica e Segreteria studenti nonché tra le Segreterie e gli studenti stessi”. Poi, la gestione degli spazi: “bisogna riuscire a sfruttare tutte le aree disponibili per gli studenti. Ad esempio, al Diseg, il mio Dipartimento, c’è un’area verde totalmente incolta, ricettacolo di insetti e di spazzatura. Potrebbe essere resa fruibile con poco e diventare luogo di studio e di ritrovo”. Per Melandri ci si dovrà concentrare anche...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 9/2016)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!