Attendere prego...

News Parthenope


Si avvia alla conclusione il secondo semestre alla Scuola di Economia e Giurisprudenza

Tutoraggio e materiali didattici aggiuntivi per gli esami più complessi

 News pubblicata il 14/05/2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
La Scuola Interdipartimentale di Economia e Giurisprudenza si avvia alla conclusione delle attività didattiche per il secondo semestre. Diverse le proposte seminariali e le iniziative di tutoraggio al varo in questo momento mentre si comincia a riflettere già sulla partenza del nuovo anno accademico. “L’Ateneo si sta impegnando per impostare un graduale ritorno di tutte le attività in presenza – informa il prof. Riccardo Marselli, Direttore del Dipartimento di Studi Aziendali ed Economici (Disae) – Le lezioni continueranno a distanza, ma dovranno prevedere almeno due incontri organizzati in modalità blended. L’impegno più prossimo è quello di riprendere lo svolgimento degli esami in sede”. Questo richiederà “una particolare attenzione perché non siamo ancora fuori dall’emergenza. Tuttavia, è giusto permettere alla comunità universitaria di iniziare a riappropriarsi dei suoi spazi”. Con i Prorettori alla Didattica e all’Orientamento, invece, “si stanno progettando delle attività di tutoraggio sugli insegnamenti che hanno una bassa percentuale di superamento. Un’altra linea d’azione sarà volta a stimolare i docenti a fornire materiali didattici aggiuntivi, che contengano prove d’esame svolte, e ad organizzare simulazioni con la piattaforma Moodle”. Questi interventi “sono studiati a livello di Ateneo e saranno poi le due Scuole a disegnare le proprie azioni sulla base delle loro esigenze”. In veste di Direttore del Disae, “aggiungo che abbiamo il dovere di sostenere i Corsi partiti quest’anno e il cui avvio è stato penalizzato dalle chiusure. Mi riferisco in particolare alla Magistrale in Fashion, Art and Food Management”. Il Dipartimento ha proposto “una convenzione quadro che consente di sviluppare relazioni tra il nostro Ateneo e l’Accademia della Moda. Intorno al Corso ci stiamo impegnando affinché si sviluppi una vera e propria Academy che preveda anche forme di didattica particolarmente innovative”. Torna su Fashion, Art and Food Management, con qualche ulteriore aggiornamento, il prof. Raffaele Fiorentino che ne è il Coordinatore: “Stiamo chiudendo una convenzione per il Double Degree con l’Università di Lille. Sarà attiva per l’anno accademico 2022-2023 quando si avvierà lì un Corso che replicherà il nostro. Ci siamo mossi, anche, per l’attivazione di nuovi canali social ai fini dell’orientamento e gli studenti internazionali troveranno delle pagine dedicate in inglese”. Sulla piattaforma Unversitaly, intanto, si sono aperte le pre-iscrizioni per gli studenti non comunitari: “Abbiamo già ricevuto dieci manifestazioni di interesse, prevalentemente dall’India. Vorrei segnalare in conclusione, per il 26 maggio, la live talk con Paolo Malvaldi, Marketing Manager di Sammontana”. L’incontro sarà di interesse anche per gli studenti di Amministrazione, Finanza e Consulenza Aziendale, altra Magistrale coordinata dal docente, “su cui poi avremo seminari specifici dedicati a finanza e consulenza”. C’è attesa per la ripresa della vita in Ateneo anche al Dipartimento di Studi Economici e Giuridici come racconta il Direttore, la prof.ssa Lourdes Fernández Del Moral Domíngues: “Al ritorno in presenza di lauree ed esami potrà seguire, da giugno, la ripresa in sede delle riunioni degli organi collegiali. Le lezioni, intanto, si saranno concluse, ma stiamo già riflettendo sul prossimo semestre”. L’idea “sarebbe, naturalmente, quella di svolgerlo tutto in presenza. Gli strumenti che abbiamo impiegato finora ci torneranno ancora utili e permetteranno alla nostra didattica di essere più flessibile e ricca grazie ad attività mirate”. 
Tre curricula ad Economia e Commercio
Si pianifica anche sui Corsi in Economia e Commercio e Magistrale in Scienze Economiche Finanziarie e Internazionali. Sulla Triennale “abbiamo appena completato le selezioni per il programma di Double Degree con l’Università di Artois, di nuova attivazione - spiega la Coordinatrice, la prof.ssa Elisabetta Marzano - I cinque vincitori, su dieci candidati, partiranno a marzo 2022. Sono ragazzi molto qualificati. Il console francese a Napoli li ha anche invitati a svolgere uno stage all’Istituto Grenoble”. Altra novità, dal prossimo anno accademico, riguarda la trasformazione “dei tre percorsi della nostra Triennale in tre veri e propri curricula al terzo anno: Economia e mercati finanziari, Ambiente e sostenibilità e curriculum professionale. Chi si iscrive da noi dovrà scegliere il curriculum all’atto dell’immatricolazione”. Sulle attività di tutoraggio: “Si sta ponendo grande attenzione soprattutto alla platea degli immatricolati. Come da Piano Strategico di Ateneo, in sede di Consiglio di Corso di Studi, stiamo valutando quali insegnamenti necessitino di più supporto, magari sfruttando forme di didattica innovativa”. Alla Triennale, “ad esempio, ci sono attività di supporto su Introduzione alla Matematica e Microeconomia. Iniziative analoghe per la Magistrale riguardano, ad esempio, Modelli per l’analisi statistica”. La prof.ssa Marzano sta coordinando temporaneamente anche la nuova Triennale in Economia e Management: “Siamo intorno ai 140 immatricolati, per un nuovo Corso, è stato un buon risultato. Immaginiamo  ulteriori spazi di crescita: un Corso di nuova istituzione nasce sempre con la prospettiva di valorizzare l’interazione con il tessuto produttivo di riferimento”. “È presto per immaginare cosa accadrà a settembre – prosegue il prof. Claudio Porzio, Direttore del Dipartimento di Studi Aziendali e Quantitativi – Si sta chiudendo un momento di incertezza e complessità a cui dovrà seguire una fase di riprogettazione che terrà conto dell’esperienza fatta finora e ingloberà forme di digitale e di didattica a distanza”. Sono intanto in fase di organizzazione alcune attività seminariali alla Magistrale in Economia del Mare “che si terranno tra giugno e luglio”, anticipa la Coordinatrice, la prof.ssa Stefania Corsaro. Questo Corso “ha un focus molto specifico, quindi ha numeri contenuti. Di recente, però, c’è stato un raddoppio del contingente studentesco. Aggiungo che, con il Comitato di Indirizzo, stiamo pensando a qualche modifica che non interesserà, però, il prossimo anno accademico. Vorremmo puntare su un’ulteriore apertura dei contenuti, anche in relazione ai cambiamenti generati dalla pandemia nella geo-politica dei trasporti”. “Siamo ottimisti – commenta il prof. Federico Alvino, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza – Stiamo gestendo la conclusione delle attività didattiche ancora a distanza, nella logica della prudenza, ma ormai mancano poche settimane. Confidiamo nel fatto che l’accelerazione della campagna vaccinale, unita all’arrivo del caldo, porranno le condizioni per una ripartenza più tranquilla a settembre”. Il docente traccia, dell’esperienza in teledidattica, un bilancio positivo: “A febbraio 2020 avevamo proposto di trasformare la nostra Magistrale in Management Pubblico in un Corso fruibile a distanza. L’Ateneo non era ancora pronto dal punto di vista tecnologico ma, di lì ad un mese, lo sarebbe stato per necessità”. Ad oggi, “ci siamo resi conto che un Corso interamente in dad non è l’ideale e che un’integrazione con la didattica in presenza è sempre necessaria”. Questa esperienza ha richiesto un grande investimento: “Abbiamo registrato innumerevoli lezioni e i nostri docenti ormai sanno gestire bene queste nuove piattaforme”. 
 
Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!