Attendere prego...

News


Tesi con il prof. Lucarelli, la discuterà a breve

Patrizio Smiraglia: dalle simulazioni processuali vissute con timidezza alla satira irriverente di 'Lercio'

 News pubblicata il 08/02/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alzi la mano chi, imbattendosi in una ‘folle’ notizia della testata satirica “Lercio”, non abbia staccato la spina concedendosi una grossa risata! Potere del web e della fantasia di 25 ragazzi i quali, da sei anni, raccontano la realtà divertendo. Studenti universitari che si sono improvvisati giornalisti e hanno dato vita a titoloni fantasiosi che accarezzano sempre un fondo di verità, seppur amaro. Tra questi ragazzi c’è un laureando di Giurisprudenza.  È Patrizio Smiraglia, 39 anni e tanto timore (“e un po’ di vergogna”) nel raccontarsi ad Ateneapoli. “Sono uno studente di 39 anni, cosa mai potrei raccontare alle giovani generazioni?”. 
Partiamo dall’inizio, dall’iscrizione all’Università. “Mi sono iscritto a Giurisprudenza a 30 anni. Dopo il diploma, non avevo alcuna intenzione di studiare, a 18 anni non mi sentivo pronto per mettere la testa a posto”. Trascorre tanto tempo: “lavoravo in un call center, ripetevo sempre le stesse cose, era avvilente. Così ho deciso di rimettermi a studiare. Giurisprudenza mi è sempre piaciuta e l’ho scelta. Sono stato uno studente modello i primi anni, in regola con gli esami”. Smiraglia, che ha terminato gli esami tre anni fa, a breve concluderà la tesi e conta di laurearsi ad aprile. “Il prof. Alberto Lucarelli, mio relatore, è stanco di aspettarmi. All’inizio l’Università era per me una cosa serissima. Poi, quando, grazie a Lercio, ho iniziato a girare l’Italia, le cose si sono un po’ rallentate”. 
Ma come fa uno spirito libero ad amare ciò che molti credono statico: il diritto ed il suo mondo? “Ritengo il diritto molto vivo e per niente statico in quanto vive di interpretazioni, le sue dinamiche interne sono in continua evoluzione. Il diritto si trasforma, cambia. Le leggi mi appassionano...
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dall'8 febbraio (n. 2/2019)
o in versione digitale all'indirizzo: http://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!