Attendere prego...

Santi e fanti a cura di Luigi Verolino


Etichetta

 News pubblicata il 31/03/2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Anticamente, questo termine indicava un piccolo avviso esposto nelle corti spagnole, contenente la segnalazione del cerimoniale del giorno e le sue rigidissime regole.
Dal programma quotidiano, la etiqueta de Corte passò poi rapidamente a designare il cerimoniale stesso e, con quel significato, dalla Spagna si diffuse rapidamente in Francia. Arrivo all’inizio del Settecento anche in Italia.
In molti paesi, il termine è impiegato per indicare il galateo ed è connesso con l’italiano etichetta, lo spagnolo etiqueta ed il francese étiquette. È molto suggestiva, anche se probabilmente non corretta, l’etimologia popolare della parola etichetta come diminutivo di etica, quel ramo della Filosofia che si occupa di ciò che è buono, giusto o moralmente corretto. Viene infatti spontaneo pensare che si tratti di un’etica minore, applicata non ai grandi problemi della vita morale, ma ai semplici problemi della vita di ogni giorno.



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!