Attendere prego...

News


Un allenamento per l'esame di maturità e un primo approccio con lo studio universitario

Summer school per i diplomandi

 News pubblicata il 12/06/2020
© RIPRODUZIONE RISERVATA
“La quarantena ha rappresentato un periodo molto duro per tutti gli studenti. Da un lato ci sono stati benefici perché i ragazzi sono maturati caratterialmente, ma dall’altro, a livello didattico, sicuramente si è perso molto, nonostante le scuole si siano prodigate per far sì che nessuno rischiasse la bocciatura. Proprio per questo il Suor Orsola ha voluto far sentire la propria presenza, offrendo corsi di preparazione per tutti i maturandi e maturati. In questo modo siamo venuti incontro anche alle famiglie che sono molto preoccupate per il futuro dei propri figli”, spiega la prof.ssa Paola Villani, delegata all’orientamento dell’Ateneo, a proposito del progetto Unisob Bootcamp: Summer School. I corsi, tenuti online da docenti e ricercatori universitari, sono gratuiti e daranno modo agli studenti di prepararsi all’esame di maturità e di acquisire un bagaglio che rafforzi la loro cultura in vista dell’iscrizione all’università.  Alla fine del percorso si otterrà un attestato che, qualora lo studente scegliesse un Corso di Studi del Suor Orsola, garantirà un punto bonus sulla media-voto per la laurea. Le discipline che si tratteranno saranno varie: dalla storia, al latino, all’italiano, al marketing e alla comunicazione, alla geografia, alla biologia e al diritto. Qualche accattivante titolo delle lezioni: “L’altra metà della storia. Le donne tra potere ed eresia” (Storia), “Ricerca filologica e culto dei santi: san Valentino non è il patrono degli innamorati” (Latino), “L’arte della comunicazione scritta: spiegare e convincere” (Italiano), “Comunicazione e social media” (Marketing), “Il diritto di accesso ad Internet” (Diritto).
“Sono corsi brevi, a cui ci si può iscrivere compilando un form sul sito di Ateneo. Includono quattro incontri in presenza e poi un lavoro personale da fare a casa, come se fosse una sorta di piccola scuola che offre la possibilità di avere un primo confronto con i docenti e rafforzare il proprio sapere”, spiega la docente. Le lezioni saranno “partecipate e per questo si prevede un numero massimo di non oltre  dieci - venti studenti per ciascuna attività. Da un lato il lavoro si concentrerà sul programma dell’ultimo anno di liceo e dall’altro ci si preparerà all’ingresso all’università. Si svolgeranno, quindi, esercitazioni, si visioneranno documenti, si ascolteranno file audio e video”. Secondo la docente, le discipline più gettonate saranno “quelle collegate ai nostri Corsi di studi, oppure quelle che gli studenti non hanno mai studiato ma che suscitano curiosità”. L’intento dell’iniziativa è di accompagnare gli studenti nel passaggio scuola-università, che a causa del momento storico risulta più impegnativo del previsto. “Una matricola ha bisogno di sentirsi parte di un gruppo, di conoscere i colleghi e i docenti per approcciarsi al meglio alla vita universitaria. Gli studenti hanno tanta voglia di ritornare fisicamente in Ateneo, il nostro intento è quello di riaccoglierli a settembre. Per quel primo periodo abbiamo organizzato, in primis per le matricole, attività di piccoli gruppi in sede, laboratori, visite guidate. Intanto, per chiarirsi le idee e cominciare ad avere un sostegno dal vivo, chi lo desidera può recarsi all’Ufficio Orientamento che è già stato riaperto”.
 
Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it



Registrati alla Newsletter

Registrati alla nostra newsletter e riceverai le ultime news direttamente nella tua casella!